Andiamo in Albania, a Tirana, multireligione e multiculturalità

In viaggio alla scoperta dell’Albania, tra storia, religione e cultura. Già Tolomeo nel 150 disegnò una mappa in cui si vede l’antica città di Albanopolis situata a nordest dell’attuale Durazzo, che fu la capitale della tribù illirica ‘Alban’ che fondò il paese alla fine del 3 ° secolo dC. Albanopolis presenta una muraglia di 90 metri e i resti di tre torri di guardia oltre che a resti di chiese paleocristiane. Questo è l’insediamento più antico di una terra che vide la presenza di greci con le colonie di Dyrrachion, l’attuale Durazzo e Lissoa, l’attuale Alessio. Vi fu poi anche la presenza dei romani che integroò il territorio alla provincia dell’Illiria e alla morte di Teodosio venne assorbita dall’impero bizantino.

Nel 1478 il territorio entrò a far parte dell’impero ottomano dopo aver subito saccheggi e distruzioni. La capitale è Tirana e mostra i segni delle varie cultire che passarono per l’Albania tra cui la grande Piazza Skanderbeg palcoscenico per il passato regime comunista.

La piazza porta il nome dell’eroe nazionale albanese, Skanderbeg, che combatté contro il potente i turchi, nella piazza si trovano il Palazzo dell’Opera, la Torre dell’orologio e la Moschea Torre dell’Orologio (Kulla e Sahatit) è oggi il simbolo di Tirana.

Accanto alla torre si erge la Moschea Et’hem Bey, molto bella e decorate con fiori e piante, disegni insoliti per l’arte islamica.

Il Teatro Nazionale di Opera e Danza di Tirana è il più grande teatro dell’Albania, e ospita due corpi stabili di musica e di danza.

La multi religiosità dell’Albania presenta anche la Cattedrale di San Paolo (Katedralja e Shen Palit) i cui splendidi interni rappresentano anche un disegno sul vetro raffigurante Madre Teresa di Calcutta, di origine albanese, e Papa Giovanni Paolo.

Infine una capatina ai mercati centrali con i prodotti etnici multicolori, molto pittoreschi e caratteristici dove culture e tradizioni si mescolano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *