Barcellona guida di viaggio: cosa vedere tra musei e monumenti

Visitare Barcellona, una città viva, allegra moderna e multiculturale, tuttavia attaccata alle sue tradizioni e alla sua cultura. Barcellona è la seconda città della Spagna e capitale della Catalogna dove la vita e l’allegria si possono trovare lungo le famose Ramblas, tra un aperitivo con tapas e spettacoli da strada.

Le Ramblas sono formate da cinque viali alberati che terminano sino al mare, davanti al monumento a Cristoforo Colombo e partono da Plaça Catalunya, animatissime e ricchissime di ogni genere di locali e negozi.

Le tradizioni e la cultura catalana invece permeano i quartieri più antichi come il Barrio Gotico che è il cuore della vecchia Barcellona, con stradine animate e piazzette con tanti negozietti e locali, fiancheggiate a ovest dalle Ramblas e a nord da piazza Catalunya. All’ interno del Barrio sorgono le costruzioni più antiche della città, tra cui la famosissima Cattedrale e il Palazzo del Vescovo.

Al centro del Barrio Gotico la Piazza di San Giacomo, è il cuore amministrativo della città con Il Palazzo della Generalità di Catalogna e la Casa de la Ciudad, sede del municipio. La Cattedrale di Sant’ Eulalia costruita nel 300 in stile gotico catalano presenta all’interno la Cappella del Santissimo Sacramento e la cripta con il sarcofago di Santa Eulalia, patrona della città; la facciata in stile neogotico è decorata con statue di angeli e santi, compresa tra due torri di una alta 70 metri.

Tra i musei va ricordato la Fundaciò Mirò il Museo di Picasso; infine è d’obbligo un omaggio al grande architetto Antoni Gaudí con la sua Sagrada Família ormai simbolo della città e una delle tappe del turismo di massa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *