La città di Udine, tra storia ed enogastronomia

Udine, città del Friuli Venezia Giulia, la piccola regione più nord-orientale d’Italia dista, in linea d’aria, poco più di 20 Km dalla Slovenia e circa 50 Km dall’Austria. Udine, pertanto si trova in una posizione strategica sorgendo sull’intersezione del Corridoio 5 con la via Iulia Augusta.

Il colle che domina la città, secondo la tradizione, venne fatto costruire da Attila per ammirarvi da esso l’incendio che lui stesso provocò alla vicina città romana di Aquileia. In cima al colle sorge il castello, punto da cui è possibile ammirare uno splendido panorama fino a raggiungere con lo sguardo le Alpi Giulie e le prealpi collinari verdeggianti.

Udine è stata la culla del pittore Giambattista Tiepolo che qui raggiunse la sua maturità artistica e i suoi capolavori sono conservati nelle Gallerie Tiepolo, nel Duomo e nella chiesa della Purità.

Sotto le falde del colle si allarga la piazza Libertà, definita “la più bella piazza veneziana sulla terraferma”, mentre la vicina piazza Matteotti è tutta contornata da portici e da palazzi colorati e storici.

Tra i musei vanno visitati la Galleria d’Arte Moderna; le Gallerie del Progetto; i Civici Musei di Storia e Arte Antica con la Collezione Ciceri, il Museo Archeologico, la Galleria d’Arte Antica, la Galleria dei Disegni e delle Stampe e il Museo Friulano della Fotografia. Ma dopo aver percorso le sale museali bisogna provare il rito del tajut, ovvero un buon bicchiere di vino da assaporare in un’atmosfera conviviale nelle osterie tipiche della città dove la gente si ritrova per bere, come si dice in lingua friulana, un “taj di chel bon”, ovvero un buon bicchiere di vino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *