Viaggio in Emilia Romagna tra terme e trattorie

In viaggio in Emilia Romagna alla scoperta del buon cibo in una vacanza rilassante alle terme, scopri tutte le attrazioni che la regione del centro Italia ha da offrire ai turisti italiani e stranieri.

Chi non è stressato alzi la mano! Lo siamo tutti, chi più chi meno, per chi lavora lo stress viene dall’ambiente di lavoro, per chi non lavora lo stress viene dal proprio stato di disoccupazione. Tutti sognano di trascorrere un po’ di giorni al bordo di una piscina, fare movimento in palestra e godere del benessere e relax che possono regalare le terme.

Il soggiorno termale deve essere posizionato in mezzo alla natura e al verde, ma per non morire di noia deve anche essere vicino a qualche vivace città per un aperitivo serale o per partecipare ad un concerto o per visitare luoghi di interesse artistici.

Un’idea ci può arrivare dall’Emilia Romagna le cui terme offrono acque dalle preziose proprietà e sono sempre a meno di mezz’ora da luoghi d’arte, a due passi da parchi e a pochi chilometri dalle città.

Per esempio nel parmense dove le acque sono saline e con alta concentrazione di bromo tre volte superiore a quella marina ed hanno proprietà curative e antistress. Le terme del parmense sono conosciute sin dall’antichità e riscoperte solo negli anni Venti.

Nel parmense la vita culturale è vivace grazie a Parma, la patria di Verdi e dei Farnese, con una stagione concertistica importante e grandiose residenze rinascimentali; a pochi Km chilometri c’è la Reggia di Colorno e la Rocca di Soragna, due dei numerosi castelli della zona.

Non mancano nemmeno tipiche trattorie dove servono golosi salumi e tortellini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *