Viaggio in Perù a Cuzco, l’ombelico del mondo

Viaggio a Cuzco in Perù, l’ombelico del mondo tra storia, curiosità e mistero. Cuzco è la mitica città d’oro, con accanto Machu Picchu, una località ancora avvolta dal mistero: su di essa si sprecano infatti i quesiti e le domande dei visitatori e degli studiosi, di cosa si tratta? Un centro religioso, una roccaforte militare o una citta’?

Secondo la tradizione il fondatore di Cuzco fu il re Manco Cápac che con sua sorella Mama Ocllo arrivarono i questo luogo e affondarono nel terreno un bastone d’oro donato dal dio Sole. Il bastone affondò molto e qui, secondo una leggenda Inca, costruirono la capitale di un potentissimo regno. Le mura della città sono meravigliosamente intarsiate, affrescate con decori in oro e argento. Poi nel 1533 arrivò Pizzarro che demolì i templi, rubò l’oro e costruì palazzi, chiese barocche e monasteri.

Cuzco è città d’arte e Patrimonio dell’Umanità, viene visitata ogni anno da 500 mila turisti provenienti da tutto il mondo che ammirano i portales di plaza de Armas, perfetti e pieni di armonia dove si affacciano chiese barocche e imponenti palazzi.

La cattedrale barocca è la Iglesia de El Triunfo, commemora e glorifica la tremenda lotta sanguinaria che intrapresero gli spagnoli in nome di Cristo. I quali dopo l’ecatombe costruirono splendide chiese quasi a chiedere perdono.

Tra i conventi numerosi ricordiamo quello cinquecentesco di San Antonio Abad austero ed enorme.

Dopo il portale in pietra si sentono canti gregoriani sotto le volte dei tre chiostri dove si aprono le celle dei monaci. Oggi qui c’è un prestigioso albergo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *