Viaggio in Salento: tra mare, ulivi e buon cibo

Il Salento è una terra piana della Puglia che viene definito “il tacco d’Italia”. Il Salento infatti forma la parte più meridionale dell’Italia ed è racchiuso tra due mari: l’Adriatico e lo Ionio, da spartiacque Santa Maria di Leuca.

La terra baciata da acque scintillanti e pescose chew sembrano quasi incontrarsi, è spazzata da venti che si alternano provenendo da est o da ovest e portano refrigerio nelle calde e assolate giornate estive.

Luoghi di interesse sono l’antica e fortificata Otranto ricordata per il massacro di 800 cristiani le cui ossa riposano nella splendida basilica dal misterioso ed esoterico pavimento musivo, Gallipoli, lingua di terra che si prolunga nel mare e termina con il faro, Galatina dalla meravigliosa chiesa completamente affrescata e dedicata alla vita di Santa Caterina di Alessandria. Ma le bellezze artistiche sono affiancate da quelle naturali con le spiagge di sabbia o di roccia, affascinanti cale o lunghe distese candide di rena.
Ricordiamo sul versante Adriatico Torre dell’Orso, grande spiaggia di sabbia dominata dalla torre saracena, Roca Vecchia caratterizzata da una baia di pescatori racchiusa tra scgli e anfratti, la Baia dei Turchi, immersa in una lunga e ristoratrice pineta che appartiene alla Oasi dei Laghi Alimini, San Foca con il mare che spumeggia tra le rocce.


Sul versante ionico troviamo Porto Cesareo dalle lunghe spiagge candide, Torre Lapillo località balneare di dominata dalla torre di vedetta, recentemente ristrutturata, che fa parte del sistema difensivo costiero voluto da Carlo V per proteggere il territorio dalle invasioni dei Saraceni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *